I tracciati

Dunque dunque.
Spesso ci si trova a dover selezionare delle parti di immagini in photoshop per poterle modificare separatamente dal resto della foto, oppure per ritagliare qualcosa per usarlo da un’altra parte.

Quasi tutti usano gli strumenti di selezione standard (quelli in alto nella palette degli strumenti), ma se avete mai provato a scontornare qualcosa con il lazo sapete anche quanto sia un’operazione lunghissima e che a volte su contorni molto complessi basta un doppioclick per rendere inutile tutto il lavoro…
Inoltre sulle curve fa schifo.

Inoltre se voglio rifare la stessa selezione devo rifare tutto da capo. Vero?Sbagliato!

Uno strumento di selezione utilissimo e’ lo strumento penna:

Prendete l’immagine che volete scontornare e cliccate fiduciosi sullo strumento penna.

Ingrandite molto l’immagine: lavorare al 100% il piu’ delle volte e’ insufficiente.
Avete uno zoom (ctrl+), non abbiate paura di usarlo.
Cliccate sul bordo: vedrete apparire un quadratino. Quei quadratini si chiamano punti di ancoraggio e andranno a formare il vostro contorno.
Cliccate sul punto successivo: i due punti saranno uniti da una linea retta. Provate pero’ a tenere cliccato il pulsante del mouse quando create un nuovo punto e muovete il mouse.

vi accorgerete che la vostra linea si curva a vostro piacimento. A-ah! sentite il potere scorrere nelle vostre mani! Godete della vostra vittoria sul lazo!
Noterete che quando fate una linea curva, si crea una linea tangente a quella che state tracciando. Giocateci un po’: vedete cosa succede se la allungate o la accorciate. Provate ad aggiungere un punto di ancoraggio… noterete che la curvatura di questo segmanto dipende dalla curvatura del segmento precedente.
PORCA PALETTA!
E se io adesso voglio fare un angolo retto?
Premete il vostro pulsante alt con nonchalance e avvicinate il mouse al punto di ancoraggio. Vedete come cambia l’iconcina della penna? Diventa una specie di freccina. Cliccate sul punto e vedrete sparire quella linea di controllo della curvatura.

E se avete sbagliato? Chi se ne frega. I punti di ancoraggio vengono segnalati nella storia e quindi potete usare l’undo senza farvi troppi problemi.
E visto che i tracciati si possono salvare (fate doppioclic sul livello del tracciato nell’apposita palette e nominatelo), questo puo’ tornare molto utile quando si tratta di usare la stessa selezione piu’ volte

ah. consiglio di verificare che sia selezionata questa funzione: vi permettera’ di trasformare il tracciato in selezione in modo corretto (ovvero una volta trasformato, la selezione comprendera’ la zona INTERNA al tracciato E nel caso in cui ci siano aree interne al contorno -ad esempio il manico di una tazza- la selezione comprendera’ anche queste).
Perche’ i tracciati sono bellissimi, ma per lavorare bisogna poterli trasformare in selezione: come?
Elementare, Watson:

basta cliccare sull’apposito tastino ed HEY PRESTO avete una selezione.
La selezione adesso e’ molto netta, come se aveste ritagliato l’immagine con delle forbici, ma se vi serve potete selezionare dai menu’ a tendina SELEZIONE > SFUMA e ammorbidire i bordi (molto utile quando dovete mettere assieme piu’ foto).

Momentaneamente mi fermo qui, che la mia pausa pranzo e’ finita.
Voi pero’ dovreste poter giocare coi tracciati senza problemi.
Se avete domande, fatele. Spero si capisca.